Italia

Festa della Repubblica, il ponte del 2 giugno tira la volata al turismo?

ponte del 2 giugno

Per Federalberghi quasi nove milioni gli italiani in viaggio per il ponte del 2 giugno, il 99,3% resterà entro i confini nazionali. Bocca: “la voglia di partire fa ben sperare”

Quest’anno sarà una festa della Repubblica ma anche, grazie al provvidenziale ponte del 2 giugno, una festa per il turismo nazionale. Gli italiani hanno una gran voglia di riprendere la consuetudine delle gitarelle fuori porta e, grazie all’allentamento delle misure di contenimento della pandemia e al successo del piano vaccinale, si prospettano giorni propizi per il terziario di casa nostra.

Soltanto la scorsa settimana il presidente di Confturismo, Luca Patanè aveva detto: “Giugno sta andando male”, spiegando che “Tra vaccinazioni e permessi, gli italiani non prenotano e neanche gli stranieri stanno arrivando. La stagione estiva nelle strutture alberghiere sarà molto corta non più di mesi. Il turismo delle aziende (business travel) avrà qualche segnale di ripresa da settembre con un ritorno graduale all’industria degli eventi”. Ma forse c’è ancora speranza, anche proprio grazie al ponte del 2 giugno.

ponte del 2 giugno

Saranno circa 9 milioni gli italiani in viaggio, stima Federalberghi e il 99,3% rimarrà infatti in Italia.

DOVE ANDRANNO GLI ITALIANI PER IL PONTE DEL 2 GIUGNO?

Si andrà prevalentemente nelle casa di proprietà (il 30,3%), poi in casa di parenti o amici (25,8%), in albergo (21%), bed & breakfast (11,7%) in appartamento in affitto (3,1%). Volgendo lo sguardo un po’ più in là nel tempo, dopo la ricerca di Confturismo dei giorni scorsi, scopriamo stavolta che oltre la metà degli italiani (il 54,5%, il 9,8% in più rispetto al 2020) ha in programma o sta valutando una vacanza nei mesi estivi. Tra questi, i più propensi sono quanti hanno ricevuto o stanno per ricevere almeno la prima dose di vaccino contro il Covid-19. La destinazione preferita resta l’Italia (la sceglie l’89,6%), mentre la destinazione in cima ai desideri è il mare (72,7%), seguito dalla montagna (8,4%), dalle località d’arte (5,2%) e dai laghi (2,6%). In questo caso è l’albergo l’alloggio che va per la maggiore (28,1%), seguito da casa di parenti e amici (17,8%), bed & breakfast (16,7%) e casa di proprietà (12,8%). Le notti che gli italiani pensano di passare fuori casa sono in leggero aumento rispetto all’anno scorso, da nove a dieci.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore