skip to Main Content

Le prime pagine di martedì 3 gennaio

Benedetto XVI Governo Meloni

Da Benedetto XVI alle prime mosse nel nuovo anno del Governo Meloni: la rassegna stampa odierna dei giornali italiani

CORRIERE DELLA SERA

“Nuovi indagati a Bruxelles”: il quotidiano milanese apre con i nuovi sviluppi sul caso Qatar-Marocco-Ue. “Nel mirino Cozzolino e Tarabella. I magistrati: Revocare l’immunità”, è la richiesta.

Nella foto-notizia in alto c’è la salma di Benedetto XVI, i cui funerali saranno celebrati dopodomani da Papa Francesco. Sono 65 mila i fedeli in fila in questi giorni per rendere l’ultimo saluto a Papa Ratzinger.

Il fondo del giorno è di Galli della Loggia: “Una novità da non sprecare”, scrive a proposito del governo Meloni dopo alcuni pasticci nella compilazione della legge di Bilancio.

La vignetta di Giannelli è sul Covid 2.3, torna il caffè di Gramellini: “Cortina di ferro”, dedicato alle vacanze onerose di Giuseppe Conte.

LA REPUBBLICA

“Il gas cala, la bolletta no” è l’apertura del quotidiano Gedi. Che nel sottotitolo torna sulla questione presidenzialismo e il piano Meloni: “bicamerale o avanti lo stesso”. A commento ne scrive Carlo Gallo: “Non è la riforma che serve all’Italia”.

La foto a centro pagina è sul Papa Emerito: “E ora Francesco resta più libero e solo”.

Nei mappamondi torna il Qatargate ma anche la rivoluzione in corso in Iran e la guerra russo-ucraina: “Attacco alla base delle reclute russe”, per una carneficina.

LA STAMPA

“Lavoro e autonomie, è scontro”, apre invece La Stampa di Massimo Giannini. E “un popolo Benedetto” è il secondo titolo con foto dedicati al Papa scomparso sabato mattina.

Le analisi sono di Deaglio e Montesquieu su crisi e presidenzialismo. Negli esteri dominano la guerra e la questione migranti.

In spalla, richiamo all’intervista a Crisanti e allo scontro con Zaia.

IL SOLE 24 ORE

Apertura dedicata alla questione bancaria dei tassi: Patuelli, presidente di Abi, dice in un’intervista: “Niente rialzi dei tassi a inizio anno, la Bce dovrebbe avviare un ripensamento”.

Per la Manovra, “10 strade per evitare l’Irpef, 2,1 miliardi di sconti”. Per i mutui, “sarà l’anno del fisso. Il 2023 consoliderà il sorpasso sul variabile”.

In foto, “Federchimica: produzioni attese ancora in frenata”.

IL FOGLIO

“Un mondo in coda per il vecchio Papa” è il titolo principale del Foglio di Claudio Cerasa. La firma del pezzo è del vaticanista Matteo Matzuzzi, che scrive della folla in fila in queste ore per rendere omaggio a Benedetto XVI.

Il direttore, invece, scrive di “un governo contro i giovani” e avvisa sui rischi delle prossime mosse del governo Meloni.

In taglio alto, invece, Alberto Mattioli racconta l’ultimo dell’anno a Venezia e Vienna.

DOMANI

“I politici hanno più paura di un po’ di vernice che della crisi climatica”, apre il quotidiano diretto da Stefano Feltri. Con De Luca e Di Giuseppe che raccontano il caso della vernice sul palazzo del Senato che ha mosso le polemiche politiche di ieri.

“Hanno ragione loro a sporcare la superficie dell’indifferenza”, scrive nel fondo proprio il direttore a difesa della scelta di Ultima generazione.

All’interno, intervista a Fabrizio Barca sulle mosse di Pd e M5S; il tema delle dimissioni che furono di Benedetto XVI raccontate da Daniele Menozzi; i propositi culturali per il 2023.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore