[hfcm id="2"]
skip to Main Content

Sfida a quattro per la fascia tricolore di Oristano: chi sono i candidati sindaci

Candidato Sindaco Oristano

Sono quattro a correre nel ruolo di candidato sindaco di Oristano: Massimiliano Sanna, Efisio Sanna, Sergio Locci e l’artista Filippo Murgia

Oristano è l’unico capoluogo sardo che andrà alle urne il prossimo 12 giugno 2022. Gli oristanesi potranno scegliere tra quattro concorrenti nel ruolo di candidato sindaco di Oristano: Massimiliano Sanna per il centrodestra, Efisio Sanna per il centrosinistra, Sergio Locci del centro cattolico e l’artista Filippo Murgia sostenuto da una coalizione civica.

ANDREA LUTZU IL SINDACO CHE NON CERCA LA RICONFERMA

Andrea Lutzu, sindaco di Oristano, ha deciso di non cercare la riconferma. “Non mi ricandiderò come sindaco alle prossime elezioni comunali di Oristano del 12 giugno 2022. È una decisione mia, sofferta e difficile – ha detto il sindaco uscente -. Lavorerò fino all’ultimo giorno di mandato per lasciare agli Oristanesi una città migliore di quella che ho trovato 5 anni fa. Amministrare Oristano è stato impegnativo, ha assorbito ogni istante del mio tempo di questi ultimi 5 anni, ma è stato un privilegio ed un onore”. Il sindaco, che nel 2017 stracciò al ballottaggio la candidata del centrosinistra grazie al 65,29% delle preferenze, ha deciso di prendersi del tempo lontano dalla politica. “Nei prossimi giorni ragionerò sul mio eventuale futuro politico – ha aggiunto Lutzu -. Sicuramente mi prenderò una lunga pausa di riflessione che utilizzerò per dedicarmi alla famiglia che ho sacrificato molto in questi anni: tornerò a fare il padre ed il marito a tempo pieno e mi immergerò totalmente nel mio mestiere di ingegnere e nelle mie passioni”. A pesare sulla sua mancata ricandidatura i dissidi interni al centrodestra che hanno portato alla scelta del vicesindaco Massimiliano Sanna a poco più di un mese dalle elezioni.

MASSIMO SANNA: IL CANDIDATO SINDACO PER ORISTANO CHE METTE D’ACCORDO IL CENTRODESTRA

A pochi giorni dalla presentazione delle liste il centrodestra, con Massimiliano Sanna, attuale vice sindaco e assessore alla Cultura, ha completato la rosa dei candidati a sindaco di Oristano. L’intesa è stata raggiunta a seguito di una lunga trattativa notturna che ha visto la Lega e i Popolari europei di Dedoni tentennare molto sul nome dell’esponente dei Riformatori (fino ad alcuni mesi fa era nel movimento Fortza Paris). Massimiliamo Sanna, laurea in economia e commercio, e responsabile amministrativo del Centro servizi culturali Unla di Oristano, guiderà una coalizione di cui fanno parte i Rifomatori, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Udc, partito sardo d’azione, Sardegna 20Venti, Lega e dei Popolari Europei. “Per la prima volta il centrodestra oristanese è unito, sono molto soddisfatto per l’obiettivo raggiunto”, ha dichiarato all’Ansa il vicecoordinatore regionale di Forza Italia Emanuele Cera. “Ci atteniamo alla volontà delle altre forze politiche, anche se avremmo preferito una soluzione in discontinuità rispetto alla precedente consiliatura”, ha detto invece il coordinatore della Lega in Sardegna Dario Giagoni. La coalizione di centro destra è stata in dubbio fino all’ultimo sul nome di Anita Pili, attuale assessora regionale all’Industria, nome sul quale non si è trovato l’accordo. Nell’intesa raggiunta tra i partiti è previsto che la coalizione non inserisca al proprio interno alcuna lista civica.

EFISIO SANNA: IL PRIMO A SCENDERE IN CAMPO

Efisio Sanna, capogruppo uscente del Pd, è stato il primo candidato sindaco di Oristano a esplicitare la il suo desiderio di indossare la fascia di primo cittadino. A sostenerlo Partito Democratico, Articolo Uno, il Partito Socialista e Oristano Democratica e Possibile, la lista civica del consigliere uscente Francesco Federico e il M5S che sarà presente con una lista civica. “La coalizione è riuscita a trovare una sintesi in tempi rapidi e questo è un buon segno per il futuro – ha detto Efisio Sanna -, perché significa che, quando le cose vengono messe sul tavolo con chiarezza e lealtà, i buoni risultati arrivano”. Far esprimere al meglio le potenzialità di Oristano è uno dei suoi obiettivi. “Il punto è che la città ha grandi risorse, ma queste risorse vanno coinvolte e messe in condizione di esprimersi – ha aggiunto Sanna -. Questo compito spetta a noi e bisogna cominciare da ora. Uno dei primi passaggi che faremo sarà quello di costituire un tavolo di confronto con i portatori di interesse, per scrivere i programmi. Noi ci occuperemo dei titoli, ma dev’essere la città a riempire le pagine”. Al centro del suo programma c’è il lavoro. “Un Comune non è un’azienda, ma dev’essere in grado di promuovere e condividere – ha spiegato il candidato sindaco di Oristano del centrosinistra – .È inutile calare progetti dall’alto coi fondi del Pnrr, dev’essere la comunità a mettersi in moto”.

FILIPPO MURGIA: L’ARTISTA CANDIDATO SINDACO DI ORISTANO

Si aggiunge un altro nome per la candidatura a sindaco di Oristano: è quello di Filippo Murgia. Artista oristanese di 65 anni, Murgia si presenta con la lista “Identità e tradizione”. “Con il completamento della lista, la raccolta firme per la sua presentazione e la stesura del programma elettorale il primo obiettivo è stato raggiunto – ha scritto Filippo Murgia sui social -. La nostra lista Identità e Tradizione rappresenta l’unica occasione per quegli elettori oristanesi che non si riconoscono più in quella vecchia politica, lontana dal cittadino e dalle sue esigenze, stantìa e improduttiva, che ha caratterizzato le amministrazioni degli ultimi lustri”.

SERGIO LOCCI, IL CANDIDATO SINDACO DI ORISTANO DEL CENTRO CATTOLICO CHE DÀ VOCE AL MALCONTENTO

Sergio Locci del Centro cattolico sarà il candidato Sindaco di una coalizione civica, che per ora ha il sostegno di due liste. Un polo di estrazione civica che ha il suo frontrunner nell’avvocato Sergio Locci, attuale consigliere dell’Ordine degli avvocati, impegnato nelle organizzazioni cattoliche, con un passato da protagonista nella scena politica locale. “I candidati che finora hanno dato la loro adesione al progetto sono politicamente eterogenei – ha detto Locci -. Raccogliamo i malumori di entrambi gli schieramenti”. Locci ha ricoperto importanti incarichi proprio al Comune, dov’è stato vicesindaco e assessore, ma anche nella vecchia Unità sanitaria locale di Oristano. Locci è riuscito a convogliare nella sua lista professionisti, rappresentanti della società civile, giovani, ed esponenti degli schieramenti di centro destra e di centro sinistra, scontenti dei candidati in campo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore