skip to Main Content

Tutte le zampate di Mattarella ai No Vax

Mattarella NO VAX

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, striglia i No Vax: “Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione, perché quell’invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui”

Ha ormai abbandonato il proprio stile felpato, Sergio Mattarella, facendo capire che intende concludere il proprio settennato con discorsi particolarmente schietti e onesti, anche parecchio ruvidi. Nella sua ultima uscita pubblica, il Capo dello Stato aveva severamente ammonito Europa e sovranisti sugli egoismi dimostrati nei confronti dei profughi afghani, mentre nella giornata di ieri Mattarella ha invece pronunciato parole insolitamente dure contro i No Vax: “Non si invochi la libertà per sottrarsi alla vaccinazione, perché quell’invocazione equivale alla richiesta di licenza di mettere a rischio la salute altrui e in qualche caso di mettere in pericolo la vita altrui”.

“Chi pretende di non vaccinarsi – ha continuato il presidente della Repubblica – e comunque di svolgere una vita normale, frequentando luoghi condivisi, di lavoro, di intrattenimento, di svago, in realtà costringe tutti gli altri a limitare la propria libertà, a rinunziare a prospettive di normalità di vita, a quella che poc’anzi la Ministra Messa chiamava ‘la possibilità di impadronirsi e di recuperare in pieno luoghi, modi, tempi di vita”. Il senso delle sue parole è chiaro: si può scegliere di non vaccinarsi, ma allora occorre consegnarsi a un lockdown personale, fatto di privazioni. Inaccettabile, invece, per il presidente della Repubblica, non vaccinarsi e proseguire con la socialità.

“Non posso – ha proseguito Mattarella prendendosela con le piazze violente No Vax – non dire una parola sui fenomeni e sulle espressioni di violenza, di minacce che affiorano in questo periodo contro medici, contro scienziati, contro giornalisti, contro persone delle istituzioni. Sono fenomeni allarmanti e gravi che vanno contrastati con fermezza. La violenza e la minaccia di violenza – ha avvertito il Capo dello Stato – va anche sanzionata con doveroso rigore, per tutelare coloro che – la stragrande maggioranza dei nostri concittadini – ha adottato comportamenti responsabili, avvertendo il comune dovere di solidarietà”.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore