skip to Main Content

Vietato sprecare vaccini. Ecco i riservisti

Vaccini Riservisti Big Pharma

“Basta buttare dosi, chiunque passa va vaccinato”. Figliuolo è determinato a passare da 170 mila somministrazioni di vaccini al giorno a 500 mila. Ecco cosa prevede il piano d’attacco e chi sono i riservisti

“Basta buttare dosi, chiunque passa va vaccinato”. Detto, fatto. Il Commissario straordinario per l’emergenza Covid, Francesco Figliuolo, dopo averlo annunciato, martedì ha firmato un’ordinanza con cui prevede che “le dosi di vaccini eventualmente residue a fine giornata, qualora non conservabili, siano eccezionalmente somministrate, per ottimizzarne l’impiego evitando sprechi”. A chi verranno quindi somministrate e con quali criteri saranno scelti i riservisti?

CATEGORIE E CRITERI DI SELEZIONE

Tra le categorie individuate nell’ordinanza ci sono familiari di disabili e caregiver, ovvero i badanti, per i quali il Commissario si era già esposto giorni fa dicendo che “sarebbe delittuoso” non pensare a coloro che si occupano quotidianamente di disabili e persone non autosufficienti.

Leggi anche: Chi bada alle badanti? Caregiver al centro del piano vaccini

L’ordinanza prevede che le dosi inutilizzate vengano inoculate a “soggetti disponibili al momento, secondo l’ordine di priorità individuato dal Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione da SARS-CoV-2”. Saranno le Asl, sulla base di “liste di riserva”, a contattare direttamente persone che rispondono a determinati criteri di appartenenza a fasce o categorie indicate dal piano vaccinale, già presenti nelle piattaforme regionali.

In questa direzione si sono già mosse la Lombardia e la Campania. Entrambe hanno creato le proprie liste di riserva secondo le indicazioni del Commissario e ribadito che non sono ammesse autocandidature.

Lancet Sputnik V vaccini monopolio

ORDINE DI PRIORITÀ

Conclusa la Fase 1 del piano vaccini che ha coinvolto personale e ospiti delle Rsa, personale sanitario e over 80, si è iniziato a passare alle altre fasce d’età, a partire dagli over 70 e dalle persone con elevate fragilità, tra cui i disabili e adesso anche i familiari e i caregiver che se prendono cura.

Leggi anche: Stop ad AstraZeneca, cosa sappiamo

Se, oltre a loro, si prendono in considerazione anche gli over 55, fascia d’età nella quale aumenta il rischio di contrarre forme gravi di Covid, si contano circa 19 milioni di persone da vaccinare entro l’inizio dell’estate – ed è quindi probabile che siano queste le categorie che potrebbero essere contattate per somministrare le dosi residue di fine giornata ed evitare sprechi.

OBIETTIVO 500 MILA DOSI AL GIORNO

Figliuolo, intervenendo domenica scorsa a Che tempo che fa, ha detto: “Voglio approfondire la questione delle dosi buttate. Bisogna utilizzare il buonsenso: se ci sono le classi prioritarie che possono utilizzarlo bene, altrimenti si va su classi vicine o sennò su chiunque passa va vaccinato; questo bisogna fare”. L’obiettivo è far decollare la vaccinazione di massa da aprile. Oggi siamo a 170 mila somministrazioni al giorno ma il Commissario è determinato ad arrivare a 500 mila.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore