skip to Main Content

Expo 2030, chi sono i commissari venuti a Roma per decidere la candidatura

Expo 2030 Roma

La partita dell’Expo si accende, fino a sabato saranno a Roma Dimitri Kekentzes insieme ad altri quattro delegati del Bureau International des Expositions

Il 2030 è sempre più vicino. Sarà l’anno dell’Expo mondiale e le città candidate sono Roma, Busan (Corea del Sud), Odessa (Ucraina) e Riad (Arabia Saudita).

In questi giorni nella capitale italiana sono in visita cinque commissari delegati dal Bie, il Bureau des Expositions, per continuare il processo di verifica dei requisiti per la candidatura.

EXPO 2030, ROMA ALLA PROVA DEL BIE

L’appuntamento in corso da martedì arriva dopo una prima spedizione di Dimitri Kerkentzes (Segretario Generale del Bureau International des Expositions) in Italia per inaugurare la candidatura tricolore. Era fine gennaio e il percorso di verifica era solo agli inizi. A novembre il Bie sceglierà con il sistema di un Paese-un voto la città ospitante della kermesse.

Proprio Kerkentzes guida la delegazione arrivata adesso nella Capitale. “Ad acogliere la delegazione del Bie”, scrive Il Messaggero c’era  “il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri. E poco dopo, alla spicciolata”, aggiunge il quotidiano, sono arrivati “anche altri componenti della Giunta come Miguel Gotor, assessore all’Urbanistica; Andrea Catarci, assessore al Personale; e Alessandro Onorato, assessore al Turismo”.

L’AGENDA DEGLI INCONTRI

“Gli ispettori avranno incontri istituzionali, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, al governo con Giorgia Meloni e i suoi ministri. Antonio Tajani (Esteri), Matteo Salvini (Infrastrutture), Adolfo Urso (Made in Italy), Giancarlo Giorgetti (Economia)”, dettaglia Il Sole 24 Ore. “Anche l’Ue si è schierata per Roma, che lavora peraltro a una partnership con l’ucraina Odessa”, aggiunge il quotidiano di Confindustria.

Dopo i primi tavoli tecnici e il sopralluogo alla Vela di Calatrava di Tor Vergata, oggi sarà la volta dei lavori ai Mercati di Traiano e dell’incontro con la premier Giorgia Meloni a Palazzo Chigi, per poi finire con la visita alla Cappella Sistina. Domani, invece, meeting con Antonio Tajani, ministro degli Esteri e vicepremier, e con Sergio Mattarella. Venerdì sera sarà la volta di assistere ad uno spettacolo al Colosseo, sabato mattina si terrà un punto stampa prima della ripartenza.

A INIZIO APRILE LA VISITA IN REPUBBLICA DI COREA

A inizio mese, i delegati del Bie sono stati a Seoul, in Corea del Sud, per la candidatura di Busan. Guidati dal presidente della commissione per l’amministrazione e il bilancio, Patrick Specht.

IL PROFILO DI DIMITRI KERKENTZES

Ma chi è Kekrkentzes?

Dimitri Kerkentzes, di nazionalità greca ma nato a Londra, è entrato a far parte del Bureau International des Expositions (BIE) nel 2003. E’ stato consigliere e capo di stato maggiore del Segretario generale dal 2009, poi vice segretario generale nel 2015 e segretario generale ad interim tra dicembre 2016 e gennaio 2018.

È stato il rappresentante BIE a Specialized Expo 2008 Saragozza, World Expo 2010 Shanghai, Specialized Expo 2012 Yeosu, World Expo 2015 Milano e Specialized Expo 2017 Astana.

In precedenza, Kerkentzes ha lavorato nel settore energetico a Londra, prima di trasferirsi alle Nazioni Unite a New York nel 2001. Si è laureato all’Università del Kent con un master in Relazioni internazionali e diritti umani.

 

Leggi anche:

  – Giubileo 2025, presentato il primo gruppo di interventi. Gualtieri:      “Lavori importanti in tutta Roma”

  – “Il treno del Pnrr ha rallentato ma non si è fermato, il Def è prudente”. Parla il prof. Bollino

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore