skip to Main Content

Giappone, perché continua a crescere il fronte del no alle Olimpiadi

Olimpiadi Di Tokyo Giappone Giochi

Nuova grana per il primo ministro Yoshihide Suga: a chiedere l’harakiri delle Olimpiadi che dovrebbero tenersi tra poche settimane in Giappone ora è il principale quotidiano sportivo, sponsor dell’evento

Si allarga a macchia d’olio il fronte del “no” alle Olimpiadi in Giappone, dimostrando una conduttività attraverso l’opinione pubblica maggiore e più rapida della virulenza e della permeabilità del Coronavirus nell’arcipelago. Se diversi sondaggi hanno già certificato come la popolazione del Sol Levante sia, in gran parte, contraria ai Giochi, percentuale ulteriormente irrobustita dopo l’appello a cancellare l’evento sportivo lanciato dai medici nipponici, il primo vero colosso a scendere in campo per chiedere l'”harakiri” della manifestazione sportiva è il quotidiano giapponese Asahi Shimbun.

IL GIAPPONE VERSO L’ADDIO ALLE OLIMPIADI?

L’aspetto che stupisce maggiormente della presa di posizione della storica testata Asahi è che, al pari di molti altri quotidiani giapponesi, il giornale è anche sponsor delle Olimpiadi. «Non possiamo pensare che sia razionale ospitare le Olimpiadi in città quest’estate», ha scritto il giornale nel suo editoriale sotto un titolo che dice: «Chiediamo che il Primo Ministro Suga decida l’annullamento».

GIAPPONE OLIMPIADI

Leggi anche: Giappone, un ministro della Solitudine per il boom di suicidi

In particolare, il quotidiano sportivo sottolinea come «In questo contesto, più di 90.000 atleti e personale legato alle Olimpiadi entreranno in Giappone. E anche se non ci saranno spettatori ai Giochi, ci saranno molte più di cento di migliaia di persone che si riuniranno, se si aggiungono i volontari all’equazione». Ma il governo, dopo aver speso 15,4 miliardi di dollari per organizzare i Giochi (ma si teme che la cifra sia destinata a crescere, anche per i mancati incassi preventivati), continua a nicchiare.

Il mese scorso il British Medical Journal aveva chiesto di prendere velocemente una decisione sull’opportunità di celebrare o meno i Giochi. Ha fatto poi scalpore l’ultima dichiarazione del miliardario Masayoshi Son, fondatore e Ceo di SoftBank Group, secondo cui il Cio starebbe «imponendo le Olimpiadi al Giappone». Una esternazione che di colpo ha fatto schierare attorno al fronte del “no” i simpatizzanti della destra. «In questo momento – aveva argomentato il magnate della finanza -, più dell’80% della popolazione della nazione vuole che le Olimpiadi vengano posticipate o annullate».

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore