skip to Main Content

Imprese, P.IVA, turismo. Chi può richiedere i sostegni economici

Economia Ristori Nuove Restrizioni Sostegni Confcommercio Ripresa Consumi Saldi

Presentato nella serata di ieri il decreto Sostegni che chiarisce la platea e il margine d’azione delle misure economiche a ristoro delle categorie colpite dalle chiusure per Covid

Ora che abbiamo in mano il decreto Sostegni, o quanto meno il suo specchietto riassuntivo, proviamo a rispondere alle domande che tutti gli italiani si stanno ponendo: chi ha diritto alle misure? A quanto ammontano? Entro quando arriveranno?

Già in conferenza stampa il presidente del Consiglio Mario Draghi ha detto che “3/4 è destinato alle imprese con abbandono dei codici Ateco e pagamenti più veloci tramite piattaforma dell’Agenzia delle Entrate: pagamenti l’8 aprile per 11 miliardi. Occorrerà fare domanda”.

Leggi anche: Dl Sostegni, ecco l’ultima bozza e le novità

Quanto ai ristori per la montagna: “Molte poste del dl Sostegni sono indirizzate al turismo. Inoltre, ristori pure agli autonomi e ai lavoratori del turismo”, ha continuato Draghi. Quindi un intervento significativo “nei confronti dei meno abbienti con estensione del reddito d’emergenza per importi e platea per coloro che hanno perso lo scorso anno lavoro e sussidio di disoccupazione”. “Copriremo 3 milioni di partite Iva, in media 3.700 euro procapite”, ha poi assicurato il ministro all’Economia Daniele Franco.

I SOSTEGNI ALLE PARTITE IVA

Si prevede un contributo a fondo perduto per i soggetti titolari di partita IVA che svolgono attività d’impresa, arte o professione, nonché per gli enti non commerciali e del terzo settore, senza più alcuna limitazione settoriale o vincolo di classificazione delle attività economiche interessate. Per tali interventi, lo stanziamento complessivo ammonta a oltre 11 miliardi di euro.

Potranno presentare richiesta per questi sostegni i soggetti che abbiano subito perdite di fatturato, tra il 2019 e il 2020, pari ad almeno il 30 per cento, calcolato sul valore medio mensile. Il nuovo meccanismo ammette le imprese con ricavi fino a 10 milioni di euro, a fronte del precedente limite di 5 milioni di euro.

L’importo del contributo a fondo perduto sarà determinato in percentuale rispetto alla differenza di fatturato rilevata, come segue:

  • 60 per cento per i soggetti con ricavi e compensi non superiori a 100mila euro;
  • 50 per cento per i soggetti con ricavi o compensi da 100 mila a 400mila euro;
  • 40 per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 400mila euro e fino a 1 milione di euro;
  • 30 per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 1 milione e fino a 5 milioni di euro;
  • 20 per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a 5 milioni e fino a 10 milioni di euro.

In ogni caso, tale importo non potrà essere inferiore a 1.000 curo per le persone fisiche e a 2.000 euro per gli altri soggetti e non potrà essere superiore a 150mila euro.

Il contributo potrà essere erogato tramite bonifico bancario direttamente sul conto corrente intestato al beneficiario o come credito d’imposta, da utilizzare esclusivamente in compensazione.

Per il sostegno alle attività d’impresa di specifici settori, sono inoltre previsti:

  • un Fondo per il turismo invernale;
  • l’aumento da 1 a 2,5 miliardi dello stanziamento per il Fondo per l’esonero dai contributi previdenziali per autonomi e professionisti;
  • la proroga del periodo di sospensione delle attività dell’agente della riscossione fino al 30 aprile 2021.

Per il sostegno alle imprese, è inoltre previsto un intervento diretto a ridurre i costi delle bollette elettriche.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Back To Top

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore