Fact Checking

Più poteri al Parlamento Ue e Bce sul modello Fed, le proposte di Forza Italia

Politica industriale comune ed Fbi europea per la sicurezza. Ecco il programma di Forza Italia per le europee

Più poteri al Parlamento europeo, una sola politica estera e di difesa, fine dell’austerità e regole più flessibili su crescita e lavoro. Sono alcuni dei punti del programma con cui Forza Italia si presenta alle elezioni europee.

Il partito di Silvio Berlusconi chiede, innanzitutto, che il Parlamento (attualmente guidato dal numero due azzurro Antonio Tajani) abbia il diritto di iniziativa legislativa ora monopolio della Commissione europea. L’assemblea deve inoltre avere potere di inchiesta e diventare autorità di bilancio su un piano di parità col Consiglio europeo. Per far sì, poi. che l’Ue esca dalla condizione di “nano politico” servono una sola politica estera e un unico esercito europeo. Sulla politica estera, ribadendo che Stati Uniti e Nato restano partner storici, l’Ue deve però riconoscere che “anche la Russia, per storia, cultura e religione è parte integrante dell’Occidente”. Sempre sul fronte delle riforme, occorre rivedere il ruolo della Bce sul modello della Federal Reserve americana e completare il Mercato unico dei capitali e l’Unione bancaria.

REGOLE FISCALI PIÙ FLESSIBILI

Per quanto riguarda l’economia, Forza Italia chiede “regole fiscali europee più flessibili su crescita e lavoro e la fine della politica dell’austerità”. Servono dunque più investimenti in infrastrutture, tecnologia, formazione, ricerca ed innovazione. Sono necessarie risorse appropriate per il digitale, le energie pulite, le industrie creative, l’economia circolare. Inoltre occorre varare una vera politica industriale europea che riveda anche le regole della concorrenza per affrontare la competizione globale con Usa, Cina e Russia. Proprio nei confronti della Cina, bisogna “difendere le produzioni e l’ingegno italiano e europeo” continuando con le misure antidumping comunitarie. Sempre in questo campo, si legge nel programma, “l’Europa deve tutelare le nostre produzioni dalla concorrenza sleale di alcuni ‘nuovi’ paesi comunitari e delle produzioni asiatiche e cinesi, valorizzando i marchi di qualità e varando un sistema di dazi e sanzioni”. Per favorire lo sviluppo è anche necessario semplificare la gestione dei fondi europei.

RIFORMA DEL REGOLAMENTO DI DUBLINO

Sul fronte dell’immigrazione, per Forza Italia l’Unione deve approvare subito la riforma del regolamento di Dublino per definire un sistema di asilo europeo efficace, equo e solidale. Oltre alla ridistribuzione dei richiedenti asilo, serve una strategia europea per bloccare l’immigrazione irregolare e rimpatriare chi non ha diritto di rimanere. Ma per affrontare il problema alla radice va varato, come più volte proposto da Berlusconi, un Piano Marshall per l’Africa da decine di miliardi di euro per infrastrutture, formazione e per avviare lo sviluppo economico degli Stati africani. In particolare l’Italia, deve essere “attore principale” delle politiche europee nel Mediterraneo sull’immigrazione ma anche in campo energetico, logistico, infrastrutturale ed economico.

CREAZIONE DI UNA FBI EUROPEA

In tema di sicurezza, gli azzurri lanciano l’idea di creare una Fbi europea, con un sistema di scambio di informazioni tra intelligence più efficace. In generale, comunque, l’Europa deve aumentare le spese per sicurezza, difesa, lotta al terrorismo e cyber-sicurezza e creare una centrale di intelligence antiterrorismo e per la gestione delle crisi internazionali.

Sul fronte dell’ambiente, per Forza Italia, i cambiamenti climatici devono essere al centro dell’agenda politica europea, “senza inutili estremismi ma mettendo insieme sviluppo e difesa del pianeta, perché sviluppo economico, competitività industriale e politiche climatiche sono complementari”.

L’APPROFONDIMENTO DI POLICY MAKER SULLE ELEZIONI EUROPEE

TUTTI I CANDIDATI ALLE ELEZIONI EUROPEE DEL PROSSIMO 26 MAGGIO

PD, ECCO TUTTI I CANDIDATI PER LE ELEZIONI EUROPEE

SALARIO MINIMO E TAGLI ALLA POLITICA, IL PROGRAMMA M5S PER L’UE

INDENNITÀ DISOCCUPAZIONE E TASSA MINIMA AL 18%, LE IDEE PD PER L’UE

UE RIFORMATA E UNITA, IL PROGRAMMA ELETTORALE DI +EUROPA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore

Articoli correlati

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore