ccc Dal mondo

Cosa ha scritto davvero il Fmi su Germania, Italia e le banche italiane

Tutto quello che ha scritto il Fondo monetario internazionale (Fmi) sulle economie tedesca e italiana e i rischi per le banche italiane

Continua...

ccc Fact Checking

Trivelle: qualche mito da sfatare

Qualche mito da sfatare sulle trivelle. Il fact checking di Naturalmentegas

Continua...

ccc Italia

App IO, come procede il progetto della PA per i servizi pubblici

 Come procede la sperimentazione della app IO nella pubblica amministrazione. Ecco i prossimi step del progetto IO

Continua...

ccc Italia

Agcom, crescono linee ultraveloci e Iliad conquista il 2,2% del mercato mobile

Dall’Osservatorio sulle Comunicazioni emerge che le linee ultrabroadband rappresentano oltre il 41% del totale di rete fissa. Nei primi tre mesi di attività Iliad conquista il 2,2% del mercato mobile

Continua...

ccc Italia

Matera 2019, ma il Sud di cosa ha davvero bisogno?

Ieri si è celebrata l’inaugurazione di Matera capitale europea della cultura 2019. Con l’occasione riproponiamo la prefazione del professore Pellegrino Capaldo al libro “Stelle del Sud – Le eccellenze del Mezzogiorno e le nuove rotte per far ripartire l’Italia” 

Continua...

ccc Italia

Il manifesto di Calenda per una lista unica anti sovranista alle europee

Arriva il ‘Manifesto per la costituzione di una lista unica delle forze politiche e civiche europeiste alle elezioni europee’ lanciato da Carlo Calenda

Continua...

ccc Insider

Quota 100 e reddito di cittadinanza. Ecco il testo del decreto legge oggi in discussione al CdM

Il Consiglio dei ministri è convocato alle 18. Lo rende noto palazzo Chigi. All’ordine del giorno il decreto legge ‘Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni’- Ecco il testo integrale

Continua...

ccc Fact Checking

Strage del bus dell’Irpinia. Perché Giovanni Castellucci è stato assolto

Otto le persone condannate per l’incidente del bus dell’Irpinia. La procura di Avellino ha già annunciato che ricorrerà in appello

Continua...

ccc Italia

DL Semplificazioni: ecco il testo, in attesa degli emendamenti

Abolizione del Sistri, garanzie nei confronti delle banche per le Pmi che vantano crediti con lo Stato, norma “Bramini” per evitare la confisca delle abitazioni degli imprenditori che devono incassare soldi dallo Stato. Sono alcune delle disposizioni contenute nel Dl semplificazioni, che è all’esame delle Commissioni riunite Affari costituzionali e Lavori pubblici del Senato. Il termine per la presentazione degli emendamenti, previsto inizialmente per le 10, è slittato alle 19 di oggi.

Cosa prevede il DL Semplificazioni

Con l’articolo 1 viene istituito un fondo di garanzia di 50 milioni di euro, destinato alle Pmi che vantano crediti certificati con lo Stato, per sostenerle nel caso in cui non riescano a rimborsare mutui e prestiti.

Il Sistri, registro per i rifiuti oggetto di molte critiche, viene sostanzialmente abolito dal 2019. Anche il libro unico del lavoro sarà cambiato e un decreto ministeriale che sarà emanato successivamente conterrà “l’individuazione delle modalità tecniche ed organizzative per l’interoperabilità, la tenuta, l’aggiornamento e la conservazione dei dati in esso contenuti”.

Con la norma “Bramini” si dispone che “il giudice dell’esecuzione” della confisca di una abitazione di un imprenditore “non possa disporre la liberazione dell’immobile, se non successivamente all’emissione del decreto di trasferimento se il debitore è in grado di documentare di essere titolare di crediti d’imposta o di altri crediti nei confronti di pubbliche amministrazioni”.

Prevista anche “la realizzazione di nuove strutture carcerarie e la manutenzione o la ristrutturazione di strutture esistenti al fine di creare una maggiore disponibilità di posti” per combattere il sovraffollamento delle carceri.

Infine, il DL Semplificazioni pone poi le basi per la modifica del codice degli appalti.

DL Semplificazioni, il testo completo

Ecco relazione tecnica del Senato e testo completo del DL Semplificazioni.

Continua...

ccc Italia

Perchè la rivolta dei sindaci preoccupa il premier Conte

I Graffi di Francesco Damato sulle tensioni tra il premier ed i due vicepremier dopo la rivolta dei sindaci contro il decreto sicurezza, cavallo di battaglia della Lega difeso a spada tratta da (parte del) M5S

Questa volta il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha davvero spiazzato i suoi due vice, il grillino Luigi Di Maio e il leghista Matteo Salvini, lasciandoli soli a inveire contro i sindaci “spottisti elettorali” e “traditori” – o “banditi” nella versione sarcastica ricavatane nel titolo di copertina dal manifesto – che rifiutano l’applicazione di una parte della recente legge su sicurezza e immigrazione. E’ quella che impedisce, con tutte le relative conseguenze, l’iscrizione all’anagrafe degli stranieri residenti, anche se provvisti di un permesso di soggiorno.

Conte, che pure aveva assecondato il decreto legge emesso il 4 ottobre scorso, ma emanato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella con una dimenticata lettera di sostanziale ammonimento proprio a lui, e ne aveva poi festeggiato con Salvini la conversione parlamentare con tanto di cartello al collo, non se l’è sentita di liquidare sbrigativamente le proteste dei sindaci. Ed ha accolto la richiesta di un incontro e confronto avanzata dall’associazione nazionale dei Comuni, aprendo così quel “tavolo” contemporaneamente escluso dal ministro dell’Interno fra un’aranciata e l’altra ostentata davanti all’obiettivo del suo telefonino.

La disponibilità del presidente Conte, cui Salvini ha contrapposto le proteste del quasi omonimo Mario Conte, sindaco leghista di Treviso, contro i vertici dell’associazione dei comuni mobilitatisi a favore dei sindaci “disobbedienti”, ha prodotto l’estensione del dissenso degli amministratori locali.

Alla solidarietà del presidente forzista dell’assemblea regionale siciliana Gianfranco Miccichè al sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il capofila ormai della rivolta, si è aggiunta quella -per esempio- dell’ex ministro forzista dell’Interno Claudio Scajola, ora sindaco di Imperia. Col quale Silvio Berlusconi ha conservato buoni rapporti anche dopo la rottura consumatasi in Liguria per la sua candidatura a sindaco, vincente ma contrastata dal governatore forzista della regione Giovanni Toti.

Questa vicenda dei sindaci che contestano la nuova legge su sicurezza e immigrazione ha due effetti politici collaterali e significativi: estende l’area dell’opposizione di sinistra targata Pd e accentua le crepe nel centrodestra uscito dalle urne del 4 marzo scorso con la nuova leadership di Salvini. Che però ha investito la sua forza, con la paradossale autorizzazione di Berlusconi ripetutamente ricordata dallo stesso Salvini, alleandosi al governo con i grillini e lasciando all’opposizione i partiti del Cavaliere e di Giorgia Meloni. I cui parlamentari tuttavia quando possono danno una mano a Salvini, pur lamentandone il “tradimento”, come hanno fatto – per esempio – nella vicenda autunnale della conferma di Marcello Foa alla presidenza della Rai, dopo la bocciatura estiva nella commissione bicamerale di vigilanza.

Continua...

ccc Italia

Banca Carige commissariata dalla Bce. Modiano e Innocenzi tra i commissari, ecco cosa hanno dichiarato

Banca Carige ha confermato di essere stata posta in amministrazione straordinaria, su decisione della BCE, dopo le dimissioni della maggioranza dei membri del CdA, avvenute oggi. A confermare la notizia una nota della stessa Banca Carige, che ha inoltre sottolineato come la sua operatività sia garantita, e non dovrebbe quindi esserci nessun impatto su clienti, depositi, dipendenti. Intanto il titolo è stato sospeso in Borsa.

Le dimissioni odierne seguono a stretto giro il voto del 22 dicembre, che aveva bocciato l’aumento di capitale di 400 milioni. Aumento di capitale chiesto con forza dalla Bce.

Le dichiarazioni dei commissari

Banca Carige Pietro Modiano

Pietro Modiano

Commissari di Banca Carige sono stati nominati Pietro Modiano e Fabio Innocenzi, presidente e ceo dimissionari, e Raffaele Lener. Nominato anche il comitato di sorveglianza, i cui membri sono Gian Luca Brancadoro, Andrea Guaccero e Alessandro Zanotti.

Secondo Pietro Modiano l’amministrazione straordinaria “semplificherà e rafforzerà la governance di Carige e di conseguenza l’esecuzione della strategia in un quadro di sana e prudente gestione”. Mentre per il ceo dimissionario Fabio Innocenzi “I vantaggi in termini di stabilità della banca si tradurranno in benefici per i clienti, i dipendenti e il territorio” . Infine Raffaele Lener, afferma che “essere stato nominato accanto agli esponenti apicali della banca, confermati nel nuovo ruolo commissariale, è indice della chiara scelta di dare continuità operativa alla banca all’interno della strategia già delineata”.

La nota della BCE

La Bce ha spiegato in una nota che “Le dimissioni della maggioranza del Consiglio di amministrazione hanno reso necessario l’insediamento di un’amministrazione straordinaria che guidasse la banca al fine di stabilizzarne la governance e di perseguire soluzioni efficaci per assicurare in modo sostenibile la stabilità e la conformità alle norme. La decisione di avviare la procedura di amministrazione straordinaria è una misura di intervento precoce finalizzata ad assicurare la continuità e a perseguire gli obiettivi di un piano strategico

Le stategie di Banca Carige dopo il commissariamento

Banca Carige ha inoltre spiegato che i commissari saranno impegnati nel rafforzamento patrimoniale, recupero di quote di mercato nei segmenti core per l’istituto, la riduzione e rimodulazione del rischio attraverso la riduzione dei crediti deterioriati (i NPL, non performing loans) e sopratutto la ricerca di eventuali “aggregazioni aziendali”. Un acquirente quindi, che possa salvare l’istituto ligure come già auspicato nelle scorse settimane dalla stessa Bce. Una strategia che la stessa banca Carige definisce “in sintonia” con quanto fatto a fino a questo momento.

Tra le prime azioni annunciate, ci sara’ anche l’avvio di “riflessioni con lo schema volontario di intervento del Fondo interbancario di tutela dei depositi per rivalutare l’operazione alla luce del nuovo quadro venutosi a creare e al fine di consentire il proseguimento delle attivita’ di rafforzamento patrimoniale dell’istituto”. Queste decisioni sarabbero tutte contenute nel piano industriale che viene predisposto in queste ore.

Banca Carige Fabio Innocenzi

Fabio Innocenzi

Continua...

ccc Italia

Una nuova Rai sul modello Bbc. Parla Vacchio (Lo Specialista.tv)

Cosa pensa della Rai così com’è e qualche suggerimento su come dovrebbe essere. Parla Gianluca Vacchio, giornalista e curatore del blog Lo Specialista

Continua...

ccc Fact Checking

Responsabilità delle strutture sanitarie: urgenti le linee guida del Ministero

La legge sulle responsabilità delle strutture sanitarie, meglio nota come Legge Gelli-Bianco, ha ormai 18 mesi di vita e ad un evento della Fondazione Santa Lucia tenutosi oggi a Roma, sono emerse le criticità dell’applicazione di questa legge al delicatissimo settore della neuroriabilitazione.

Continua...

ccc Fact Checking

Perchè sono a rischio le carte “cashback”

È alle battute finali l’istruttoria dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato su Lyoness Italia, shopping community che conta circa 1 milione e mezzo di consumatori, basata sul business model del “cashback”.

Continua...

ccc Italia

Più risorse per le Pmi. Ecco l’emendamento Lega sui Pir

Centemero (Lega): con l’emendamento della Lega 400 milioni alle Pmi

Continua...

ccc Insider

Manovra: M5S presenta emendamento che potrebbe stravolgere il settore delle farmacie

Nella giornata di oggi, nel corso della discussione in commissione Bilancio della Camera dei Deputati degli emendamenti alla Manovra, il deputato del Movimento 5 Stelle, Giorgio Trizzino, ha presentato un subemendamento a firma unica all’art. 41, relativo all’applicazione dello sconto SSN sulle farmacie di piccola entità.

Continua...

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore