ccc Italia

I pescatori rapiti e il problema libico che tormenta l’Italia

Nei giorni scorsi sono montate le proteste dei familiari dei pescatori imbarcati sui due pescherecci sequestrati dalle vedette del generale ribelle Khalifa Haftar e ancora non si intravede una soluzione. L’articolo di Natalino Ronzitti

Continua...

ccc Italia

Anche l’Italia entra nella competizione mediterranea per i confini del mare (ZEE)

La corsa per accaparrarsi le Zone Economiche Esclusive (ZEE) è iniziata con le mosse di Cipro (accordi con Egitto, Libano e Israele). Poi sono arrivate anche Tunisia, Libia, Francia e Spagna. Adesso, dopo il rapimento dei pescatori siciliani, il problema dei confini marittimi italiani arriva (finalmente) in Parlamento

Continua...

ccc Dal mondo

Libia, i motivi del ricatto all’Italia

Il caso dei diciotto membri dei motopescherecci “Antartide” e “Medinea” di Mazara del Vallo prigionieri nel porto di Bengasi dietro mandato del generale Khalifa Haftar. Il commento di Giuseppe Gagliano

Continua...

ccc Dal mondo

Politica estera. Gli appuntamenti di questa settimana (5-11 ottobre 2020)

Gli appuntamenti di politica estera di questa settimana secondo Foreign Policy: Brexit, Nato, Turchia e Grecia, Nazioni Unite e Libia. Il Premio Nobel per la pace, le elezioni in Lituania e Tagikistan, le tensioni in Kirghizistan, Nagorno-Karabakh, Sudan e Nicaragua

Continua...

ccc Dal mondo

Libia, riparte il dialogo tra est e ovest con la mediazione del Marocco

L’articolo di Anthea Favoriti per il Cesi sul dialogo avviato in Marocco tra i due fronti est e ovest della Libia

Continua...

ccc Dal mondo

Il piede della Turchia in Libia e la sconfitta geopolitica dell’Italia

Il significato geopolitico dell’Accordo di Tripoli tra Libia, Turchia e Qatar. Conversazione con Gaetano Sabatini direttore dell’ISEM-CNR, Istituto di Storia dell’Europa Mediterranea, e professore ordinario di Storia economica presso l’Università degli Studi Roma Tre, dove ha insegnato anche Geopolitica economica

Continua...

ccc Dal mondo

Politica estera. Cosa succede nel mondo questa settimana (24-30 agosto)

Pompeo in Medio Oriente, poi gli altri avvenimenti in Libia, Iraq, Nuova Zelanda, Afghanistan, Italia, Germania e Montenegro. L’agenda di politica estera della settimana

Continua...

ccc Dal mondo

Mohamed Aujar è il presidente della missione d’inchiesta dell’Onu sulla Libia

Mohamed Aujar, ex ministro e diplomatico marocchino, presiederà la missione d’inchiesta indipendente dell’ONU sulla Libia

Continua...

ccc Dal mondo

La crisi turca e il crollo della Erdoganomics

Dietro alla guerra energetica nel Mediterraneo si nasconde il disastro economico al quale Erdogan ha condotto la Turchia

Continua...

ccc Italia

SOS Esteri. Le gaffe di Manlio Di Stefano

Il problema non sono gli errori di Manlio Di Stefano su Twitter di ieri (libici invece di libanesi), e nemmeno la replica arrogante su Facebook di oggi. L’origine del male sono le carenze nelle competenze e chi lo ha messo in quel ruolo

Continua...

ccc Italia

I galleggiamenti del governo

La maggioranza galleggia sull’immigrazione come quel cadavere sull’acqua

Continua...

ccc Dal mondo

Ecco come orientarsi nel risiko della Libia

L’approfondimento di Lorenzo Marinone per il Cesi sulle nuove regole della crisi in Libia

Continua...

ccc Dal mondo

Libia, le conseguenze del golpe di Haftar

L’analisi di Francesco Semprini, corrispondente da New York e inviato di guerra per La Stampa, per Affarinternazionali

Continua...

ccc Dal mondo

Libia, avviata operazione Ue Irini

L’articolo di Vanessa Tomassini per Notizie geopolitiche sull’operazione Irini, la missione Ue che sostituirà Sophia con l’obiettivo di imporre l’embargo sulle armi in Libia

Continua...

ccc Dal mondo

Libia: quale ruolo resta all’Italia?

La conferenza di Berlino del gennaio scorso aveva l’obiettivo di stabilizzare la situazione in Libia ma non sono stati raggiunti i risultati sperati. Qual’è il ruolo dell’Italia in questa nuova fase? L’analisi di Stefano di Bitonto per il Caffè Geopolitico

Continua...

ccc Dal mondo

Libia, le conseguenze dell’accordo tra Tripoli e Ankara nel Mediterraneo

Recentemente Ankara ha stipulato un accordo economico-militare con il Governo di Tripoli di al-Serraj. L’eventualità di una Turchia sempre più “ingombrante” nel Mediterraneo ha fatto preoccupare i suoi vicini, come l’Ue. L’analisi di Emanuele Mainetti per il Caffè geopolitico

Continua...

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra mailing list per ricevere la nostra newsletter

Iscrizione avvenuta con successo, ti dovrebbe arrivare una email con la quale devi confermare la tua iscrizione. Grazie, il tuo Team Policy Maker

Errore